Condizioni nel testamento.

Condizioni nel testamento.

Indice

Chiudi
Condizione sospensiva e risolutiva.

Disposizioni testamentarie condizionate.

L’art. 633 c.c. stabilisce espressamente che le disposizioni testamentarie, sia a titolo universale che particolare, possono essere sottoposte a condizione sospensiva o risolutiva.
La condizione è un elemento accidentale (ossia non necessario) del negozio giuridico che subordina l’efficacia del negozio stesso ad evento futuro ed incerto.
Tanto l’istituzione di erede che l’attribuzione di un legato può essere sottoposta sia ad una condizione sospensiva che ad una condizione risolutiva.

  • Nel primo caso  la disposizione è subordinata al verificarsi di un determinato evento futuro ed incerto per cui solo se tale evento si verifica si avrà l’efficacia della disposizione stessa.
  • In caso di condizione risolutiva, invece, la disposizione testamentaria perderà efficacia qualora si verifichi l’evento dedotto in condizione.

La giurisprudenza (v. Cass. n. 19463/2005) ha chiarito che nell’istituzione di erede, le condizioni valide sono quelle che dipendono dal caso o dal fatto del terzo (cd. condizione casuale) oppure dalla volontà dell’erede (condizione potestativa) ma non quelle che dipendono dalla volontà dello stesso testatore.

È necessario, infatti, che la volontà del testatore sia compiutamente formata e manifestata in maniera definitiva (anche se, naturalmente, questa è sempre revocabile).

La condizione, inoltre, non può essere rimessa al mero arbitrio di un terzo (es. istituisco erede Tizio se Caio vorrà). Una disposizione di tale genere, infatti, contrasterebbe con il divieto previsto dall’art. 631 c.c. secondo il quale:

È nulla la disposizione testamentaria con la quale si fa dipendere dall’arbitrio di un terzo l’indicazione dell’erede o del legatario ovvero la determinazione della quota di eredità.

Tipi di condizioni espressamente previste dalla legge.

  • L’art. 634 c.c. stabilisce espressamente che le condizioni contrarie a norme imperative, ordine pubblico o buon costume (es. ti istituisco erede se commetti un reato)  e quelle impossibili (es. ti istituisco erede se tocchi il cielo con un dito) si considerano non apposte. Se il motivo illecito o impossibile ha costituito l’unica ragione determinante della disposizione allora questa è nulla.
  • L’art. 635 c.c. sanziona con la nullità la condizione di reciprocità apposta in un testamento, ossia la disposizione fatta dal testatore a condizione di essere a sua volta avvantaggiato nel testamento dell’erede o del legatario.
  • La condizione che impedisce le nozze è illecita ai sensi dell’art. 636 c.c. in quanto il divieto di nozze apposto in un testamento coarta la libertà del destinatario.

Altre ipotesi di disposizioni testamentarie condizionate.

  • Clausola si sine liberis decesserit. È l’istituzione di erede di un soggetto a condizione risolutiva che muoia senza figli, nel qual caso viene nominato in sostituzione un altro soggetto.
    Si è discusso della validità di tale disposizione perché potrebbe nascondere un’elusione del divieto di sostituzione fedecommissaria (che consiste nell’istituzione di un soggetto con l’obbligo di conservare e trasmettere alla sua morte i beni ad un altro soggetto).
  • Condizioni coartanti la libera determinazione del beneficiario. Ad esempio: “Ti istituisco erede a condizione che ti laurei in medicina”.
    Secondo la giurisprudenza tali tipi di disposizioni sono valide solo se dirette non a limitare la libertà del beneficiario ma ad assecondare un’attitudine già da questi manifestata (nell’esempio di sopra se il beneficiario è un brillante studente di medicina).
  • Clausole di decadenza. Consiste nella previsione della risoluzione della disposizione nel caso di contestazione da parte del beneficiario.
    Si ritengono invalide le clausole che tendono ad impedire l’esercizio dell’azione di riduzione o l’impugnazione del testamento contrario a norme imperative, buon costume e ordine pubblico mentre sarebbero valide quelle relative all’impugnazione limitatamente alla quota disponibile.
4/5 - (2 votes)


    Raccontaci cosa ti è successo.

    Hai bisogno di una consulenza legale? Inviaci un messaggio e in meno di 24 ore riceverai una risposta.

    contact_form_scroll
    captcha


    Questo articolo ti è risultato utile? Lascia un voto!
    Quello che pensi per noi è molto importante.



    4/5 - (2 votes)



    Articoli correlati