Truffe su Fortnite

Truffa su Fortnite.

Indice

Chiudi
Quando l'inganno si nasconde nel web.

Truffe online: come ricevere ingenti somme di danaro o ottenere incredibili vantaggi da non farsi assolutamente scappare.

Le truffe su internet sono all’ordine del giorno, il web ne è pieno. Bisogna esserne consapevoli. Alcune truffe sul web sono, secondo alcuni, davvero un’offesa all’intelligenza umana, altre invece sono astute e precise e non sempre basta essere dei tipi svegli per non cascarci.

“L’ho conosciuto online e in poco tempo e mi sono innamorata di lui. Poi mi ha chiesto 12.000 euro perché aveva perso il portafoglio e non sapeva come ritornare a casa nel suo paese”.

 

“Sembrava una casa molto bella e il prezzo era veramente basso per una casa di quel genere. Mi ha chiesto mille euro per ottenere le chiavi per una visita preliminare. Ho fatto male a fidarmi?”.

 

“Ho affittato la casa per le vacanze e ho dovuto pagare tutto anticipatamente. Quando sono arrivata, la persona con la quale avevo preso accorsi mi ha detto che era dovuto andare all’estero per questioni di lavoro, ma  non avevo nulla da temere perché ci sarebbe stato suo cugino a consegnarmi le chiavi. Suo cugino non è mai arrivato”.

 

“Non avevo voglia di spendere troppi soldi per i V-Buck. Poi mi è arrivata una segnalazione di un sito che te ne dava alcuni gratis. Ho pensato che poteva essere un’occasione d’oro e mi ci sono fiondato: finalmente potevo comprare un nuovo abbigliamento per il mio personaggio di Fortnite.  Arrivato sul sito mi hanno chiesto i dati personali per la registrazione, il numero di carta e tanto altro. Alla fine ho capito che era una truffa perché hanno prelevato dal mio conto oltre 500 euro.”

 

Queste sono solo alcune delle testimonianze che si possono leggere online, scritte perlopiù da persone che si sono trovate ad affrontare e talvolta a subire truffe che, sotto le spoglie di vantaggi e future facilitazioni, sono riuscite ad accumulare denaro, dati personali, carte di credito e, a volte (addirittura), l’amore di persone che cercano solo una scorciatoia o un appiglio, e agiscono impulsivamente o in buona fede.

 

Il minimo comune denominatore di tutte queste truffe on line è sempre lo stesso:

Rubare denaro o dati sensibili (o peggio ancora, tutti e due).

 

E le vie per impossessarsene sono diverse.
Chi promette amore, chi promette case, chi promette vantaggi di svariati tipi. Insomma, la lista è davvero lunga.

Tutte le persone che si presentano a te, appaiono come dei veri e propri “angeli custodi” in grado di farti uscire dalle tenebre nelle quali attualmente riversi.

Sei mai finito tra le grinfie di un truffatore?

Parliamone in questo articolo di approfondimento facendo, tra l’altro, un piccolo focus sulla truffa su Fortnite (videogioco particolarmente amato dai più giovani). Si, perché la truffa è approdata anche al mondo videoludico coinvolgendo il più delle volte minori di tutto il mondo.

La strada più semplice non è sempre la più vantaggiosa!

Le truffe online: una piccola introduzione.

Secondo la definizione più generale di truffa, l’articolo 640 del codice penale, ci ricorda che:

È considerato truffatore chiunque che, con artifizi o raggiri, inducendo taluno in errore, procura a sé o ad altri un ingiusto profitto con altrui danno.

Le truffe online rappresentano, secondo questa definizione, una vera e propria estensione della truffa convenzionale vecchio stampo e che, di fatto, si perpetua attraverso piattaforme digitali o telematiche, nel grande mondo costituito delle nuove tecnologie.

Le truffe online hanno soppiantato il vecchio modello del “faccia a faccia” e si sono rivelate, nel tempo, assai promettenti: ce lo dice un rapporto della Banca Centrale Europea (BCE), secondo cui “le transazioni fraudolente ammontano addirittura a 1,8 miliari di euro all’anno”.

 

In effetti non è difficile capirne il perché: la rete ha la grande capacità di nascondere dietro false identità e di agire sotto copertura in un “universo parallelo” che ormai è diventato ancor più realtà di quello che si vuole immaginare, attraverso le crescenti applicazioni e piattaforme con cui le persone comunicano ogni giorno.

È più facile “stringere amicizia” dietro semplici messaggi istantanei, dove indisturbati si può scegliere chi essere e come agire, al di là della vera identità.

Dalle cosiddette “truffe romantiche” (Per approfondire ti rimando al servizio delle Iene e del caso di Anna), alla finta raccolta fondi, il web ogni giorno partorisce le idee più bizzarre ai danni di chi ha un approccio meno cauto e più spregiudicato.

Truffa online.

In effetti le strategie con cui i truffatori cercano di imbrogliare i malcapitati sono aumentate in maniera esponenziale ed urge, quindi, non solo attuare un comportamento sicuramente più prudente ma, nel caso, denunciare appena si ha il minimo sentore.

 

Clicca qui per ricevere 1.000 euro al giorno, lavorando da casa, nessuna esperienza richiesta!” o ancora “Sei il milionesimo visitatore, clicca qui per scoprire il premio”.

 

Come puoi vedere l’intento di questa tipologia di truffa on line cerca di toccare quasi l’emotività della persona che, spinta da un futuro promettente e confortato dalla finta “sicurezza” della rete, si trova poi a fare i conti con migliaia di soldi persi letteralmente nel nulla.

I siti truffa che rubano soldi e dati sensibili.

Truffa su Fortnite, quando il gioco diventa un incubo.

Toccando l’emotività della persona, i truffatori agiscono sotto copertura in ogni angolo della rete, dai Social network ai videogiochi online gratuiti.

Tra questi ultimi, Fortnite, il battle royal gratuito di Epic Games, è un caso più che mai esemplare per quanto riguarda la possibilità di truffa on line e di raggiro.

 

Fortnite è un videogame più che mai popolare per la Generazione Z, dove ognuno ha la possibilità di vivere una vita alternativa.
In un universo parallelo, i ragazzi possono sfidarsi, interagire e giocare di squadra, comprare vestiti o armi: insomma possono quasi vivere “una vita reale”.

 

“Se c’è qualcuno che è uno stupido, lo vedi subito, lo prendi di petto, lo prendi in giro, fai in modo che sbagli. Tra il vivo e il virtuale non cambia niente, è questo che non capite. Si vede subito quando uno è più imbecille, lo attacchi anche se non lo conosci, è un soggetto” ci racconta un giocatore di Fortnite.

 

Questo commento fa molto riflettere e, in un certo qual senso riesce a far capire quale sia l’approccio, talvolta poco goliardico a questo mondo videoludico.

 

Non è un caso infatti che proprio su questo giocano (scusami il gioco di parole) i truffatori online: sfruttano la spavalderia giovanile, quel loro sentirsi furbi sovvertendo le regole, trovando scorciatoie e sotterfugi per aggirare le norme, promettendo loro di cedere gratuitamente (o per pochi soldi) ciò che consente ai giocatori di “vivere meglio” e andare avanti nel gioco.

In questo mondo quasi “reale” circola anche una valuta “locale”: i V-Buck.
Queste sono per l’appunto le monete che permettono ai giocatori di acquistare abilità, indumenti e armi per farli progredire in una specie di “scala sociale” tutta all’interno dell’universo Fortnite.

 

Perché vuoi comprare nuove armi?

Come mai passi ore e ore a contrattare con altri utenti la cessione o meno di abilità e vestiti?

 

Perché divento più forte, cambio il vestito, cambio le armi, salgo di livello con il potenziamento del personaggio e riesco ad essere pure più efficace. Le abilità c’entrano sempre, se poi hai pure i mezzi, capisci che il gioco sta lì. Però i mezzi si comprano” rispondono alcuni giocatori.

 

I V-Bucks si pagano con i soldi, quelli veri, e questo diventa un muro, talvolta invalicabile, per i giocatori che, per quanto lo desiderino, spesso non possono permettersi di investire e spendere all’interno del mondo di gioco, con la naturale conseguenza, dicono loro, di rimanere indietro e di esser considerati “dei signori nessuno”.

 

Quale miglior cosa se non imbattersi in una persona, o più spesso un sito, che offre V-Bucks gratuiti?

 

Recentemente un’azienda di cyber-security ha rilevato 4.700 domini attivi dedicati alle truffe su Fortnite.
Addirittura è facile trovare sul web FanPage di Facebook attive, con tanto di commenti e recensioni (grandi fattori di affidabilità) che, ovviamente, di vero non hanno proprio nulla.

 

Il sito di Fortnite Skin Generator, ad esempio, si presenta come un generoso donatore di “skin”, ovvero capi di abbigliamento, a chiunque inserisca i propri dati personali (compreso carta di credito).
Nel tempo di “creazione” della skin, il sito truffatore ha la possibilità di entrare in possesso, con un semplice click, di informazioni personali e dati sensibili.

Bisogna seguire le regole.

Esiste un modo per prevenire e non farsi adescare dai truffatori?

La prima regola di Fortnite per la tutela degli utenti e la prevenzione alle frodi, è molto semplice e chiara: “Fortnite non ti chiederà mai di condividere informazioni personali o dati di accesso” tanto meno “esistono metodi alternativi per entrare in possesso dei V-Bucks”. Bisogna pagare, non puoi farci niente, e l’unico modo è l’acquisto dal sito ufficiale.

 

Purtroppo però il desiderio di vantaggi, opportunità e crediti gratuiti, è un’esca molto comune e particolarmente allettante per i giocatori (specialmente i più giovani) e chiunque viva all’interno della rete videoludica.
La colpa ovviamente non ricade sui giocatori o di chiunque navighi in rete con buone intenzioni, quanto su chi si presenta come affidabile, quasi “amico” e confidente, e magari, con l’aggiunta di una storia strappalacrime che finisce per toccare quel lato più debole e buono del carattere umano se ne approfitta spillando via tanti soldi.

I consigli di un avvocato.

Truffe online cosa fare?

Sempre secondo l’articolo del codice penale:

Il truffatore è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni e con la multa da euro 51 a euro 1.032.

Quindi, qualora fossi stato vittima di una truffa on line, non dovrai fare altro che denunciare l’accaduto fornendo tutte le informazioni del caso e i dati di chi ti ha truffato (se chiaramente ne sei in possesso).

Avvalendoti di un avvocato esperto del settore, potrai assicurarti la redazione di una querela ben strutturata e che miri a sottolineare le peculiarità del caso, con il chiaro intento di avviare le indagini per ottenimento della somma ormai persa.

Alcuni suggerimenti utili.

Sono stato truffato: come evitarlo in futuro?

Ormai la truffa è stata fatta e non puoi farci niente (oltre che attendere il normale decorso dei tempi di legge).
Ma gli errori ci insegnano e ci permettono di agire anche di conseguenza.
Quindi, per chi vuole evitare di ricascarci o, per chiunque, letto questo articolo, voglia prevenire una qualsiasi truffa, è importante ricordare alcuni principi fondamentali della navigazione in rete:

 

  • Informati. Riconosci i siti tipici dei truffatori, prendi nota e tienili a mente;
  • Indaga. Hai ricevuto una proposta, un’offerta allettante da un “corteggiatore”. Prima di accettare qualsiasi cosa, prenditi del tempo. Informati sulla persona, sull’organizzazione, ricerca nella rete e raccogli dati;
  • Sii prudente con le tue informazioni personali e sensibili. Prenditi del tempo utile per riflettere su quanto sia utile e prudente dare accesso a determinate informazioni a qualcuno che non conosci di persona;
  • Controlla l’impostazione della privacy del tuo account. Epic Games, per esempio, è consapevole della problematica e per questo motivo ha iniziato a lavorare su diversi fronti per arginare il problema delle truffe sul web cercando di garantire un ambiente di gioco tranquillo e soprattutto sicuro;
  • Ancora, ricordati che Fortnite e qualsiasi gioco, account o organizzazione, raramente ti regaleranno denaro o vantaggi. Quindi se qualcuno ti offre qualcosa che sembra estremamente vantaggiosa, apri bene gli occhi: molto probabilmente si tratta di una truffa!
Resta sempre aggiornato.

Non ti senti ancora sicuro?

Su questo sito troverai tanti articoli di approfondimento. Il consiglio è quello di iscriversi alla Newsletter e di tenersi sempre aggiornati. Pubblichiamo ogni settimana nuovi interessanti contenuti di attualità volti alla tutela del cittadino.

Abbiamo anche scritto un articolo dove troverai tutte le informazioni per capire, come e cosa dover fare se sei stato vittima di una truffa online e, infine, come eventualmente recuperare i soldi persi.

5/5 - (3 votes)


    Raccontaci cosa ti è successo.

    Hai bisogno di una consulenza legale? Inviaci un messaggio e in meno di 24 ore riceverai una risposta.

    contact_form_scroll
    captcha


    Questo articolo ti è risultato utile? Lascia un voto!
    Quello che pensi per noi è molto importante.



    5/5 - (3 votes)



    Articoli correlati