Rapporti extraconiugali sul web

Rapporti extraconiugali sul web.

Indice

Chiudi
Approfondiamo la questione

Rapporti extraconiugali sul web. Tradimento online a portata di click!

Secondo la cassazione prima sezione civile, con ordinanza n. 9384 del 19 aprile 2018, avere rapporti extraconiugali sul web equivale a tradire il proprio Partner.

Infatti, il partner che viene tradito attraverso apparecchiature informatiche dotate di una connessione ad Internet, ha diritto di ricevere l’assegno di mantenimento e richiedere la separazione legale proprio come quando scopre relazioni extraconiugali nella vita reale.

Ma vediamo qui di seguito a chi toccherà l’addebito della separazione e se lei tradisce a chi vanno i figli. Infine, spiegheremo la differenza tra adulterio e tradimento.

Approfondiamo la questione

A chi tocca l’addebito della separazione in caso di rapporti extraconiugali sul web?

La Cassazione con ordinanza n. 9384, ha stabilito che navigare tra le diverse chat presenti in rete con lo scopo di crearsi rapporti extraconiugali sul web equivale a tradire.

Ma a chi tocca l’addebito della separazione anche solo nel caso si verifichi una relazione extraconiugale platonica?

Come ben sappiamo, in caso di tradimento, viene meno il principio fondamentale di fedeltà enunciato nell’articolo 143 del codice civile. Il giudice adito quindi potrebbe addebitare la separazione al traditore in quanto responsabile del fallimento del rapporto. Inoltre, il fedifrago o la fedifraga, dovrà provvedere molto probabilmente anche all’erogazione dell’assegno di mantenimento.

Quindi anche in caso di tradimento online, il traditore dovrà molto probabilmente provvedere al pagamento delle spese sostenute per il divorzio ed erogare l’assegno al suo ex partner.

Esistono però dei casi in cui l’addebito della separazione non è a carico del traditore, ma sarà il giudice a valutarne la fattispecie.

Non sempre chi tradisce deve pagare

In caso di tradimento, quando non c'è l'addebito della separazione?

Uno dei casi più frequenti che prevede l’esonero dall’addebito delle spese per la separazione a chi tradisce online è quando nel corso degli anni viene meno l’affetto tra i coniugi. Chiaramente non si parla di un sentimento unilaterale ma di un lento abbandono reciproco che porta infine uno dei due partner a cercare un rapporto extraconiugale online.  Nel caso in cui, uno dei due partner decida di avere una seconda vita online e poi, in seguito a dei litigi si giunge alla volontà di far terminare legalmente questo rapporto, l’addebito dei costi della separazione non sono obbligatoriamente imputabili al traditore. Sarà il giudice a valutare in base alle prove presentate dagli avvocati esperti in diritto di famiglia, chi abbia davvero la responsabilità del fallimento del rapporto coniugale.

A chi vanno i figli?

Cosa succede se lei tradisce?

Va ricordato che nonostante il tradimento di uno dei due partner, indipendentemente dal fatto che sia online o una relazione extraconiugale vera e propria, l’assegno di mantenimento per i propri figli è considerato obbligatorio. Ma se lei tradisce a chi vanno i figli?

Se la moglie tradisce il proprio marito, il giudice può decidere di dare l’affidamento esclusivo al padre, solo nel caso in cui esistono situazioni gravi. Un esempio potrebbe essere il caso in cui la madre non riesca a garantire la responsabilità genitoriale (articolo 316 del codice civile).

Nella maggior parte dei casi invece, viene applicato l’affidamento congiunto. Sia il padre che la madre quindi mantengono gli stessi diritti e doveri sui minori, al di là di eventuali colpe relative alla conclusione del matrimonio. Pertanto, la madre che porta via i figli dal padre senza una giusta causa, commette reato.

Indipendentemente dalla questione dell’affidamento, entrambi i coniugi (anche chi ha fatto sesso extraconiugale) avranno il dovere di educare e mantenere i propri figli.
Infatti, il giudice decide di affidare i figli esclusivamente sulla base di ciò che sembri sia essere migliore per la loro educazione e crescita.
Inoltre, bisogna precisare che, se in casi estremi il giudice decida nonostante tutto di non affidare i figli al marito tradito dalla moglie, questo avrà comunque l’onere di versare l’assegno di mantenimento a favore dei propri figli.
Quindi, possiamo dire che sia l’adulterio che il tradimento possono comportare la separazione con addebito in capo al coniuge “colpevole” e non a chi ha subito il tradimento. Ma esiste differenza tra adulterio e tradimento? Vediamolo qui di seguito.

Differenza tra adulterio e tradimento

Oggi capita spesso di accomunare il termine adulterio a quello di tradimento, ma secondo la giurisprudenza i due termini sono totalmente differenti. Infatti, con il termine adulterio si fa riferimento ad una relazione duratura nel tempo da parte di un soggetto sposato e quindi fuori dal matrimonio.

Va precisato che rispetto al passato, oggi chi commette adulterio non può essere condannato penalmente, ma comporta solo l’addebito della separazione. Infatti, in passato chi violava il dovere di fedeltà matrimoniale, commetteva un reato (artt. 559 e 560 codice penale):

  • Reato di adulterio nei confronti della moglie che tradiva il marito. In questa circostanza era previsto massimo 1 anno di reclusione;
  • Reato di “concubinato” a carico del marito e condannato fino ad un massimo di 2 anni di reclusione.

 

Con il termine tradimento si fa riferimento ad una situazione in cui due soggetti sono fidanzati ed uno dei due intraprende una relazione occasionale e non continuativa con un altro soggetto. È bene ricordare che oggi è considerato tradimento anche quando si creano rapporti extraconiugali senza consumare un rapporto carnale.

Va precisato che non tutte le tipologie di tradimento hanno valenza giuridica e conducono quindi all’addebito della separazione. Ovviamente la consulenza di un avvocato civilista, potrà far maggior luce su ogni caso specifico.

5/5 - (1 vote)


    Raccontaci cosa ti è successo.

    Hai bisogno di una consulenza legale? Inviaci un messaggio e in meno di 24 ore riceverai una risposta.

    contact_form_scroll
    captcha


    Questo articolo ti è risultato utile? Lascia un voto!
    Quello che pensi per noi è molto importante.



    5/5 - (1 vote)



    Articoli correlati