Author: Barbara Bosso de Cardona

  • Home
  • Author: Barbara Bosso de Cardona
  • Page 2
Institutio ex re certa.

Institutio ex re certa.

Nell’ambito delle attribuzioni patrimoniali disposte per testamento può capitare che si debba andare al di là della terminologia utilizzata dal testatore per capire quali siano le sue effettive volontà. Soprattutto il testamento olografo, redatto da soggetto che non sempre ha cognizioni tecnico giuridiche, può dare luogo a tele necessità interpretativa. Il principio fondamentale che regola questi casi è che non ha importanza il linguaggio usato nel testamento, né tantomeno occorre che il testatore utilizzi formule o tecnicismi tipic...
Leggi
Legati tipici e atipici.

Legati tipici e legati atipici.

Con le disposizioni a titolo particolare (o legati) il testatore attribuisce a favore di un soggetto solo determinati diritti senza far subentrare il beneficiario nell'universalità o per quota nel complesso dei rapporti giuridici attivi e passivi. Il primo comma dell’art. 588 c.c. stabilisce, infatti, che le disposizioni a titolo universale, ossia quelle che comprendono l'universalità  o una quota dei beni del testatore, attribuiscono la qualità di erede mentre le altre sono a titolo particolare e attribuiscono la qualità di legatar...
Leggi
Accettazione dell’eredità: cos’è e come funziona?

L’accrescimento nella successione.

La rinunzia da parte di un erede all’eredità determina delle importanti conseguenze in quanto bisogna stabilire a chi spetta la parte dell’erede rinunziante. Per prima cosa occorre stabilire se si tratta di una successione testamentaria oppure legittima. Le due situazioni, infatti, non sono del tutto pacificamente equiparabili. Nel caso in cui si sia in presenza di un testamento, occorre fare riferimento all’art. 674 c.c. che prevede espressamente che se più eredi sono stati istituiti con uno stesso testamento in quote uguali o s...
Leggi
Adempimenti per la successione.

Adempimenti per la successione.

Una delle pratiche di successione da porre in essere in caso di decesso è la denuncia di successione. Tale adempimento rappresenta un obbligo di natura fiscale diretto al pagamento nei confronti dello Stato dell'imposta di successione, nei casi in cui questa è dovuta, e dell'imposta ipotecaria e catastale se nell'attivo ereditario sono ricompresi beni immobili. Essa va presentata entro un anno dall'apertura della successione e quindi entro un anno dalla morte del de cuius. Da alcuni anni, e precisamente dal 2017, la vecchia denun...
Leggi
Apertura successione.

Apertura successione.

Il termine apertura della successione indica il momento, coincidente con la morte del de cuius, in cui ha inizio il procedimento successorio. L'art. 456 c.c. stabilisce che la successione si apre al momento della morte nel luogo dell'ultimo domicilio del defunto. Il citato articolo individua, quindi, sia la data di apertura della successione (la data di morte del de cuius) sia il luogo di apertura della successione (l'ultimo domicilio del defunto). Data e luogo di apertura della successione sono gli elementi fondamentali di ogni proced...
Leggi
Successione per rappresentazione, sostituzione e accrescimento.

Successione per rappresentazione, sostituzione e accrescimento

L'individuazione concreta dei soggetti chiamati all'eredità non risulta sempre agevole a causa di alcune vicende che possono influire sulla successione legittima o testamentaria. Nelle successioni testamentarie può accadere, ad esempio, che il testatore preveda espressamente che se un soggetto da lui designato come erede non possa o non voglia accettare l'eredità (perchè gli premuore o perchè rinunzia all'eredità) ad esso debba subentrare per sostituzione un altro soggetto. Un esempio pratico di una clausola testamentaria che il d...
Leggi
Quanto costa un testamento olografo e chi deve pagare la pubblicazione?

Quanto costa un testamento olografo e chi deve pagare la pubblicazione?

La pubblicazione del testamento olografo è un preciso obbligo di legge posto a carico di chi ne sia in possesso. Infatti, l'art. 620 c.c. stabilisce che: Chiunque è in possesso di un testamento olografo deve presentarlo ad un notaio per la pubblicazione appena ha notizia della morte del testatore. L'obbligo grava, quindi, non su chi è erede o comunque beneficiario delle disposizioni, ma su chi materialmente detiene l'originale del testamento, che potrebbe quindi anche essere un soggetto terzo non beneficiario di alcuna disposizione....
Leggi
Come fare testamento, cosa scrivere e dove conservarlo?

Come fare testamento che sia valido legalmente?

La legge prevede vari tipi di testamento ed ognuno ha i suoi requisiti di forma che devono essere rispettati per evitare che questo possa essere dichiarato invalido. Se la presenza del notaio nel testamento pubblico assicura senza margine di dubbio il rispetto dei requisiti formali, nel caso in cui si rediga un testamento olografo bisogna fare molta attenzione agli elementi di forma richiesti dalla legge. Il testamento olografo richiede, innanzi tutto, a pena di nullità, la redazione della scheda testamentaria interamente di pugno del te...
Leggi
Donazione immobile, problemi, costi e regole da seguire.

Donazione immobile, problemi, costi e regole da seguire.

Uno dei principali atti di sistemazione patrimoniale tra familiari è l'atto di donazone di immobile che spesso viene posto in essere tra genitori e figli. Attraverso tale atto un soggetto (il donante), per spirito di liberalità, e quindi senza alcun corrispettivo ma esclusivamente per "fare un regalo", trasferisce ad un altro soggetto (donatario) la proprietà di un immobile. Se, da un lato, la donazione di una casa ha l'indubbio vantaggio di agevolare il passaggio generazionale dei beni familiari, dall'altro, è necessario essere cons...
Leggi
Divisione ereditaria e l’intervento del testatore.

Divisione ereditaria e l’intervento del testatore.

Quando si apre la successione ereditaria spesso accade, sia nel caso di successione legittima che di successione con testamento, che tra i coeredi si venga a creare uno stato di comunione, cioè sono tutti comproprietari per quote sull'intera massa patrimoniale. In tale ipotesi, il codice civile all'art. 713 c.c. riconosce ai coeredi il diritto di chiedere, in ogni tempo ,la divisione ereditaria e cioè lo scioglimento dello stato di comunione tra essi intercorrente, con la conseguenza che da una contitolarietà per quote sull'intero asse...
Leggi